1919. Lo scandalo dei Black Sox – Pietro Striano e Michele Dodde

Quando i White Sox vendettero le World Series

 di Giacomo Moccetti 

In Europa in molti non ne hanno probabilmente mai sentito parlare, ma dagli americani è considerato il più grande scandalo nella storia dello sport. Nel Vecchio Continente è una pagina di storia poco conosciuta per un semplice motivo, riguarda il baseball, sport che – eufemismo – alle nostre latitudini non gode di grande popolarità. Ma oltreoceano se ne parla e se ne scrive ancora adesso, ad oltre cento anni di distanza. È lo scandalo dei Black Sox, da cui prende il titolo il breve saggio di Pietro Striano e Michele Dodde, uno scandalo che sconvolse il mondo dello sport statunitense dell’epoca e ha assunto negli anni grande popolarità grazie alla moltitudine di libri e film prodotti sul tema.

I fatti Nel 1919 i Chicago White Sox persero le World Series – la finale del campionato – contro i Cincinnati Reds per 5-3 in una serie al meglio delle nove partite. Si scoprì in seguito che otto giocatori dei White Sox si erano accordati, dietro compenso, con degli scommettitori per perdere appositamente la serie. Lo scandalo ebbe grande eco, e gli otto membri coinvolti dopo indagini e processo furono riconosciuti colpevoli e squalificati a vita dalla Major League Baseball, la lega professionistica americana. I White Sox – calzini bianchi – furono ri-nominati Black Sox perché sporcati dallo scandalo.

Completezza e strafalcioni Pietro Striano (firma conosciuta tra gli appassionati italiani di baseball) e Michele Dodde (arbitro nonché grande studioso del gioco) hanno raccolto quante più informazioni possibili sullo scandalo da fonti americane riassumendo il tutto, in occasione del centenario degli eventi, in un piccolo saggio di una sessantina di pagine. Contesto degli avvenimenti, storia sportiva e umana dei giocatori coinvolti, svolgimento dei fatti: nel libercolo pubblicato in maniera indipendente c’è tutto quello che serve sapere sul fattaccio. La completezza di informazioni e di dati che viene fornita rende solida la pubblicazione, che può essere apprezzata dagli appassionati della disciplina per approfondire fatti già conosciuti, ma pure dai curiosi a digiuno di baseball. Tuttavia, se i contenuti sono equiparabili per efficacia a un’ottima media di battuta, vanno segnalate anche alcune lacune paragonabili a degli strikeout. L’opera è infatti penalizzata da una pressoché totale assenza di un lavoro di editing e/o revisione: gli errori di battitura, ortografia e sintassi sono molteplici, e questo fa diventare a tratti difficoltosa la lettura e non rende giustizia al contenuto. Peccato. Rimane comunque encomiabile il lavoro di ricerca e sintesi che fornisce al pubblico una serie di informazioni fino ad ora praticamente introvabili in lingua italiana.

Perché leggere 1919. Lo scandalo dei Black Sox: perché chi segue lo sport non può non conoscere la madre di tutti gli scandali.

Titolo: 1919. Lo scandalo dei Black Sox.
Autore: Pietro Striano e Michele Dodde
Editore: Independently Published
Anno: 2019
Pagine: 67