La vera storia di un allenatore che combatte il razzismo

Ieri.

Igor è un ragazzino napoletano che si è appena trasferito a Bergamo. Non ha amici e a scuola nessuno gli rivolge la parola. Nemmeno l’allenatore della scuola calcio in cui lo porta il padre sembra essere particolarmente contento del suo arrivo. Ma quando Igor comincia a correre in campo, lasciando tutti a bocca aperta, cadono le barriere del pregiudizio. E Igor diventa uno di loro.

Oggi.

Il Real Spinazzola è una squadra giovanile in cui c’è posto per tutti. C’è posto per il ragazzo timido e mingherlino, c’è posto per quello grosso e per quello che arriva da un altro continente. L’allenatore di questa squadra è lo stesso ragazzino che abbiamo già conosciuto: Igor Trocchia.

Dopo aver provato sulla sua pelle la desolazione che comporta il sentirsi discriminati, Trocchia ha creato un luogo accogliente per tutti coloro che sono in cerca di una squadra di calcio che sia anche una famiglia. Uno ad uno, conosciamo i giocatori che compongono la squadra, e scopriamo il modo in cui il calcio ha salvato loro la vita. L’amicizia con i compagni e la guida – vigilante ma mai invadente – del mister, permetteranno ai ragazzi di combattere contro qualunque demone: bullismo, lutto, razzismo. Ma la loro prova più grande deve ancora arrivare, e dovranno scontrarsi con i propri limiti.

Una storia che accade ora.

Dopo l’emozionante Fugees Football Club, Igor De Amicis e Paola Luciani ci regalano un altro piccolo gioiello. In entrambi i libri viene affrontato il tema del razzismo, qui sconfitto a suon di calci da parte di una squadra dove l’unione e l’amicizia superano la voglia di vincere. Igor Trocchia è un personaggio reale, così come l’episodio che conclude il libro, avvenuto nel 2018. Trocchia è un allenatore con la A maiuscola: certo, la tecnica è importante ed è giusto dare il massimo e puntare alla vittoria, ma, come dicono bene gli autori di questo bellissimo libro, «nessuna coppa e nessun torneo valgono la dignità di un ragazzino». Igor e i suoi ragazzi ci stanno insegnando questo, e le squadre della serie A hanno solo da imparare.

De Amicis e Luciani ancora una volta fanno gol: il libro, che fa parte della collana Semplicemente Eroi, si legge in modo scorrevole e permette di affezionarsi ai personaggi in un numero contenuto di pagine, rendendo la lettura adatta a tutti, a partire dai 10 anni.

Perché leggere Igor Trocchia. Un calcio al razzismo di Igor De Amicis e Paola Luciani:

perché dimostra che la squadra di calcio è come una famiglia.


Titolo: Igor Trocchia. Un calcio al razzismo
Autore: Igor De Amicis e Paola Luciani 
Editore: Einaudi Ragazzi
Anno: 2021
Pagine: 128

Lascia un commento





Ti potrebbe interessare anche

con-la-testa-e-con-il-cuore

Con la testa e con il cuore – Alberto Cova

De-generaal-Christopher-Holter

De generaal – Christopher Holter

Mi chiamo Mouhamed Ali

Mi chiamo Mouhamed Ali – Rita Coruzzi e Mouhamed Ali Ndiaye

Il maledetto United

Il Maledetto United – David Peace

Condividi
Acquista ora