La doppia vita delle parole del Calcio

Chi segue il calcio lo sa: i colpi vincenti, i tiri inconcludenti, un gesto di fair play o un fallo di reazione, ogni azione di gioco acquisisce vivacità e spessore quando è accompagnata e descritta da un commento, che sia radiofonico o televisivo. Anzi, è proprio il commento a colorare di magia e di incanto le giocate. Determina l’apoteosi o sigilla il tonfo. Le parole esaltano gli incontri, sospingono le manovre, avvampano i tifosi. Certo, quelle dette a voce sono più avvincenti e trascinanti. Ma anche quelle scritte non sono da meno. Cronisti e commentatori hanno creato un gergo che ha quasi trasformato le partite rendendole ancor più vive e intense. Modi di dire ed espressioni iperboliche sono il patrimonio e il corredo di ogni gara. Non si tratta di enfasi, toni epici o forzature lessicali. Ma di un vero e proprio linguaggio a supporto di quanto avviene in campo.

Dalla A alla Z.

Il libro Coccodrilli, reti e cucchiai. La doppia vita delle parole del Calcio è la raccolta di tutto questo, dalla A (nel senso di «campionato di serie A») alla Z di «zoppicare». Il volume raccoglie una serie infinita di termini, presentati in ordine alfabetico, per ognuno dei quali gli autori forniscono il significato letterale, quello “eziologico” (che ne chiarisce la provenienza) e la sua applicazione alla realtà calcistica. L’opera è arguta e interessante, forse fin troppo densa. È evidente l’intento degli autori di offrire un lavoro approfondito e completo, e al tempo stesso godibile e divertente. Citazioni “letterarie”, riferimenti storici, collegamenti “culturali” rendono ragione di tutta la semantica fiorita intorno all’ambiente del calcio e alle sue competizioni.

Vocabolario-vademecum.

Le pagine scorrono senza una sequenza logica o una progressione narrativa, ma, come detto, secondo un’elencazione alfabetica dei vocaboli. È un po’ come avere tra le mani un dizionario consultabile qua e là in base all’argomento di interesse. Il testo, dedicato «alle voci che ci hanno fatto amare il calcio», non poteva non avere la prefazione di uno dei padri nobili di quest’arte, l’inconfondibile Bruno Pizzul. E un’appendice finale riporta la sintesi dei 17 articoli del regolamento del “gioco più bello del mondo”: un distillato di regole e commi per riuscire a seguirlo con sempre maggior competenza e cognizione di causa. L’appuntamento per il rito domenicale collettivo – spalmato, come sappiamo, in momenti e orari diversi – è dunque allo stadio o davanti alla tv per fremere al cospetto di ‹‹eurogol, difese bunker, affondo di colpi, entrate assassine››. Con Coccodrilli, reti e cucchiai, il vademecum del football, sottobraccio.

Perché leggere Coccodrilli, reti e cucchiai di Fulvio Damele e Luca Amoretti:

perché è un gustoso viaggio tra le parole del calcio; perché offre la chiave di lettura approfondita di metafore e figure retoriche che raccontano il calcio e le sue partite; perché permette di scoprire il legame tra i modi di dire dello sport e il linguaggio della vita di tutti i giorni.


Titolo: Coccodrilli, reti e cucchiai
Autore: Fulvio Damele, Luca Amoretti
Editore: lab DFG
Anno: 2021
Pagine: 309

Lascia un commento





Ti potrebbe interessare anche

La-meta-più-bella-della-storia

La meta più bella della storia – Marco Pastonesi

iniesta

Andrés Iniesta, come una danza – Gianni Montieri

pexels-sumit-mathur-2099691

Le novità in libreria – Agosto 2020

Dico tutto

Dico Tutto – Antonio Cassano

Condividi
Acquista ora