Grand Hotel Calciomercato – Gianluca Di Marzio

Tutti i segreti del mercato più pazzo del mondo

di Alberto Coghi

Valutazione: 3/5

A metà degli anni ‘60 la Fabbri Editore pubblicò una raccolta di fiabe sonore per bambini introdotte da un ritornello che iniziava così: «a mille ce n’è/nel mio cuore di fiabe da narrar»; al termine del motivetto un cantastorie partiva nel racconto della fiaba. Per rimanere nell’esempio possiamo tranquillamente affermare che Gianluca Di Marzio in questo libro vesta i panni del cantastorie che porta tutti i lettori alla scoperta di un mondo che negli anni si è rivelato sempre più magico: quello del calciomercato. In Italia se dici calciomercato pensi a Sky Sport, pensi ad Alessandro Bonan, a Luca Marchetti, a Fabrizio Romano, ma inevitabilmente il nome più ricorrente è quello di Di Marzio: la combinazione Di Marzio-calciomercato si presta alla perfezione per un gioco di associazione di parole come L’intesa vincente. E questa simbiosi totale del giornalista campano con il fenomeno mercataro calcistico emerge pienamente all’interno del suo libro. Il testo infatti conta di circa 300 godibilissime pagine che raccontano a mo’ di aneddoto e gag alcune delle più importanti trattative del calcio italiano dagli anni ‘80 in avanti. Di Marzio veste appunto i panni di Virgilio e ci porta nei luoghi in cui si fa il mercato, raccontandoci tutto e il contrario di tutto di un mondo che, oltre ad essere quello da lui vissuto per lavoro, in primis lo diverte. L’immagine di copertina, dove il giornalista di Sky Sport se la ride mentre è impegnato con l’inseparabile smartphone, documenta bene quello che scrive nella prefazione al libro, quando parla del mercato come «un mondo strano e pazzo, dove gli aneddoti e i retroscena sono talmente incredibili da renderlo unico».

I protagonisti del calciomercato. In 23 capitoli Di Marzio passa in rassegna gli elementi principali del calciomercato: si va dai protagonisti, direttori sportivi, presidenti, procuratori fino ai calciatori stessi, ai luoghi, come gli hotel, gli areoporti e i posti di riferimento delle varie squadre, fino alle trattative vere e proprie, fatte di intese immediate, lunghi corteggiamenti, grandi delusioni e sliding doors beffarde. Per ogni personaggio c’è un aneddoto descritto nei minimi dettagli e anche per le trattative datate qualche decennio, quando il web ed i social non consentivano un aggiornamento immediato di ogni attività o spostamento, sono riportate con dovizia di particolari. Leggere della soffiata rispetto all’accordo tra Guardiola al Bayern Monaco, del quasi fatto trasferimento di Messi alla corte di Mourinho al Chelsea, dell’acquisto sbagliato di Ma Myngiu da parte di Gaucci a Perugia o del corteggiamento repentino tra Massimo Moratti e Stramaccioni obbligano il lettore a chiedersi costantemente «ma come fa a saperlo?». Di Marzio è un agente d’intelligence che con la sua rete traccia ogni singolo aspetto ritenuto importante ai fini della trattativa analizzata per poi poterla spiegare agli appassionati e, 9,5 volte su 10, ci riesce. Ecco nel libro probabilmente manca un affondo sul lavoro svolto da Gianluca e dalla sua squadra: un lavoro di vere e proprie talpe senza orari che battono tutte le piste possibili per poi lasciare il tifoso a bocca aperta. Già, perché scoprire da un libro che Recoba al Venezia è stato portato da Braida, lascia inevitabilmente di stucco.

Perché leggere Grand Hotel Calciomercato: perché ogni pagina è ricca di curiosità e aneddoti inaspettati, come quando Carlos Bacca per poche ore è stato un giocatore della Juve.

Titolo: Grand Hotel Calciomercato
Autore: Gianluca Di Marzio
Editore: Cairo
Anno: 2020
Pagine: 283