Le sfide che hanno cambiato una vita

In direzione contraria al destinato.

Andrea Pusateri è una persona che corre, praticamente da sempre. Non riesce a stare fermo. Carattere vivace, curiosità innata, smania di esserci e di farcela. La vita, il destino, la sfortuna hanno provato a fermarlo, a limitarne i movimenti, ad imbrigliarlo. Ma ciò che gli è successo, anziché obbligarlo a pause o a stop definitivi, è diventato motivo di sfida e di slancio ulteriore. Rendendolo ancor più coraggioso e combattivo. Nato nel 1993, prima di compiere i quattro anni è vittima di un gravissimo incidente ferroviario in cui perde entrambe le gambe. I medici riescono a ripristinare l’arto sinistro, ma la vita di Andrea prende una piega tutt’altro che facile. I nonni e uno zio se ne prendono cura, lo preservano dal vittimismo e lo indirizzano verso un’esistenza piena. Senza limiti. Questo, per l’appunto, il titolo del suo libro-testimonianza: Senza limiti. Le sfide che hanno cambiato la mia vita.

Tutto è possibile.

Il libro ripercorre le tappe della sua carriera di sportivo e della sua maturazione umana. Per Pusateri, la disabilità non è mai stata un problema: giocare, ritrovarsi con gli amici, fare esattamente quello che facevano loro. Consapevole solo che doveva impiegare più tempo, organizzarsi diversamente, mettere in atto strategie e comportamenti propri, particolari, previsti. E così ha vissuto normalmente la propria diversità, senza creare problemi o intralci a nessuno, tantomeno ai propri compagni di gioco. È bastato concentrarsi sulle risorse che possedeva e non su quelle che gli mancavano. A questo è stato abituato: con ciò che abbiamo possiamo superare ogni limite. Sia i limiti, per così dire, oggettivi (impedimenti, difficoltà, ostacoli incontrati sul proprio cammino) che quelli personali. Ciò che ci manca, ciò di cui siamo privi (fosse pure un elemento che sarebbe ovvio, naturale, fisiologico avere…) non deve bloccarci, annullare le ambizioni, frustare i desideri. Abbattersi? Rinunciare? Sono parole che non appartengono al vocabolario dell’autore. L’ambiente familiare in cui è cresciuto lo ha abituato a pensare che «tutto è possibile, dipende solo da noi» e a vivere sapendo che «bisogna sempre alzarsi o rialzarsi da soli». Premesse formidabili per alimentare autostima e forza d’animo e per non farsi mai sfiorare neanche lontanamente dall’idea che non ce la si possa fare.

Da paraciclista ad Ironman.

I risultati di Pusateri, paraciclista, maratoneta, triatleta (anzi, Ironman!) stanno proprio ad indicare che il talento – se unito a tenacia e caparbietà – affiora e si impone al di là di qualsiasi condizione di partenza. Il volume è una carrellata descrittiva ed emozionante della sua esperienza di atleta professionista, soprattutto vissuta nell’ambito del paraciclismo. Dagli esordi (amatoriali), al tesseramento in varie squadre, fino alla Nazionale. Campionati italiani a iosa, podi e medaglie a livello europeo e mondiale. Certo, non solo gioie. Anche momenti fuori forma, esclusioni, delusioni. E ancora un incidente (un altro!) nel corso di un allenamento in bici in vista dei Mondiali, con un mese di coma a poca distanza dalla gara iridata. Una situazione che avrebbe potuto far saltare tutto. Ma così non è stato. Anzi… Insomma, siamo al cospetto di un autentico fuoriclasse, sicuramente quanto a determinazione e a passione. Affamato di novità, senza timore di misurarsi e di mettersi alla prova, consapevole delle proprie possibilità e delle proprie forze. Una persona che ha sempre perseguito obiettivi e ottenuto quanto si era prefissato. Un vincente. Concreto, realista, pragmatico. Non succube della realtà, schiacciato dallo scoraggiamento o appiattito dalla rassegnazione. Nel suo libro non si atteggia ad eroe, né si descrive come l’emblema dell’autoaffermazione o della capacità di rivalse. Gli basta descrivere la sua vita di uomo e di sportivo così com’è: piena, viva, traboccante. A cui non manca nulla, proprio nulla.

Perché leggere I limiti non esistono di Andrea Pusateri:

per incontrare un uomo e un atleta più forte della sua disabilità, concentrato sui propri desideri e sulle proprie possibilità e non sulle proprie carenze e i propri limiti.


Titolo: I limiti non esistono
Autore: Andrea Pusatori
Editore: Piemme
Anno: 2023
Pagine: 154

Ti potrebbe interessare anche

pantani

Pantani per sempre – Davide De Zan

per-essere-chiari

Per essere chiari – Antiniska Pozzi

George Weah. Il sole dell'Africa

Intervista a Giuseppe Lombardo

Pallone entra quando Dio vuole

Pallone entra quando Dio vuole – Danilo Crepaldi

Condividi
Acquista ora