Un tuffo nel Mundial… anche per chi non l’ha vissuto

«Prendo una decisione irrevocabile: da quel momento vedrò tutte le partite a casa mia e questo, indubbiamente, ci porterà in carrozza alla finale di Madrid». Parole sincere e innocenti di un ragazzo di undici anni che si trova a vivere il suo primo mondiale da protagonista, con la sfacciata presunzione tipica dei ragazzi che pensano di poter cambiare il corso degli eventi coi loro piccoli gesti. La storia di uno dei mondiali più tormentati e allo stesso tempo indimenticabili per la nostra nazionale viene raccontata in prima persona dall’autore, che ricorda il crescendo rossiniano vissuto dai ragazzi del “Vecio” (l’allenatore Enzo Bearzot) in quell’estate del 1982. Una corsa a tappe che si conclude con quelle tre parole, pronunciate dal mitico telecronista Nando Martellini. Parole che ancora oggi fanno vibrare il cuore: Campioni del Mondo!

Un mix di storie e racconti.

La seconda parte del libro è senza dubbio quella che suscita più curiosità nel tifoso, che si ritrova di fronte ad una serie di episodi che hanno reso unico e indimenticabile il Mondiale di Spagna ‘82. Dalla grottesca invasione dello sceicco del Kuwait per fare annullare un gol, alle storie sfortunate di calciatori sconosciuti ai più come Enrique Castro Quini, Victor Canov e Ludo Coeck. Capitolo a parte merita il racconto dell’avventura della piccolissima nazionale di El Salvador, arrivata quasi per caso a quel mondiale ma rimasta nella mente di tutti, grazie anche al “magico” Jeorge Alberto Gonzalez e alla sua idea di considerare il calcio come un semplice divertimento.

Vocabolario-vademecum.

Di libri sul mitico Mundial ne sono stati pubblicati tantissimi e di tutti i tipi. Tuttavia Simone Fulciniti riesce in ciò che non tutti i suoi predecessori erano riusciti, ovvero sintetizzare ciò che più interessa ad ogni appassionato di calcio e della nazionale azzurra. Da un lato il racconto del cammino dei ragazzi di Bearzot fino alla mitica finale dell’11 luglio 1982. Dall’altro una serie di aneddoti e interviste che riescono a fare immergere anche i più giovani nella magica atmosfera vissuta in quell’estate dal popolo italiano.

Perché leggere Spagna 82 di Simone Fulciniti:

perché con uno stile semplice e coinvolgente l’autore riesce a raggiungere tutte le tipologie di lettori, dagli appassionati delle statistiche agli affezionati degli aneddoti più segreti, fino a quelli che ancora si dilettano nel sentire i racconti di chi quei giorni li ha vissuti in prima persona.


Titolo: Spagna 82
Autore: Simone Fulciniti
Editore: Erasmo Libri
Anno: 2020
Pagine: 204

Lascia un commento





Ti potrebbe interessare anche

Vite brevi di tennisti eminenti

Vite brevi di tennisti eminenti – Matteo Codignola

Garincia

Garincia – Jvan Sica

gli-dei-dell'asfalto

Gli dei dell’asfalto – Vincent M. Mallozzi

viaggio-nell'ignoto

Viaggio nell’ignoto – Tony Howard

Condividi
Acquista ora