Le cinquanta reti che hanno fatto la storia della Coppa del Mondo

Una geografia di emozioni.

Atlante sentimentale del goal è un piccolo volumetto che si spalanca sul mondo, nel vero senso della parola. Come un vero atlante scolastico ci permette di scoprire, spaziare, fantasticare. Qui però si parla di calcio, di azioni di gioco, pallonetti, rovesciate, tiri micidiali e colpi geniali. Con una caratteristica: che gonfino la rete avversaria e portino al gol. Su questo si concentra il libro di Luca Todarello: sulle Cinquanta reti che hanno fatto la storia della Coppa del Mondo, come precisa il sottotitolo. Si tratta – lo sottolineiamo – di un atlante sentimentale: la raffigurazione di eventi filtrati dalle emozioni dell’autore e dalla sua visione calcistica. Dal suo modo di intendere e valutare la bellezza e l’efficacia di una giocata risolutiva. Non ci sono pagelle, classifiche, giudizi. Ma descrizioni, racconti annotazioni. Di ciò che lo ha colpito o incantato per la bravura del realizzatore, la modalità dell’esecuzione, l’originalità del tocco.

Gemme di caratura mondiale.

Ognuno ha i suoi goal preferiti. E a tutti è capitato di esaltarsi vedendo il proprio beniamino andare a segno. Ogni tifoso porta nel cuore trionfi e goleade della propria squadra. Todarello offre invece agli amanti del calcio una prospettiva più ampia, imparziale e – soprattutto – mondiale. Propone infatti le migliori esibizioni dei campioni in occasioni di partite con le loro nazionali ai campionati mondiali. Dagli inizi ai nostri giorni. Si torna dunque indietro sino al 1930, per giungere al 2018. Dalla rete del francese Lucien Laurent segnata il 13 luglio 1930 a Montevideo, a quella del croato Mario Mandzukic dell’11 luglio 2018 a Mosca. Cinquanta magie, genialità di protagonisti blasonati, ma anche marcature fortunate, tiri casualmente riusciti di atleti semisconosciuti. Non si celebra il calciatore, ma la sua giocata. Questo rende l’opera ulteriormente intrigante e meritevole.

Metodo e precisione.

Una sola paginetta viene dedicata ad ogni singolo goal: se ne cita l’esecutore (con una sua foto o disegno stilizzato), la partita in cui è stato segnato, il minuto esatto della realizzazione e il punteggio finale. La data precisa della gara e il nome dello stadio in cui si è giocato. La località e l’anno del Mondiale. In quest’opera troviamo metodo e precisione oltre ad un’esposizione viva, spumeggiante, ma misurata. La descrizione dell’azione che ha potato alla rete è corredata da osservazioni, informazioni, precisazioni che inquadrano il calciatore, la sua impresa, la partita stessa nel suo insieme. Un lavoro interessante, particolare, ben costruito.

Goleador azzurri.

I calciatori più citati? Ovvio: Pelé e Maradona. Con due delle loro numerose perle. E poi tanti atleti a coprire la rappresentanza mondiale della quasi totalità degli stati. Non vogliamo togliere al lettore il gusto della sorpresa. Per questo ci limitiamo a segnalare solo il gruppetto italiano. Così composto: Meazza, Piola, Rivera, Rossi, Tardelli, Baggio, Grosso. Gli appassionati di calcio delle ultime generazioni assoceranno agevolmente ad ognuno di questi giocatori le rispettive performance, e non faranno certo fatica ad indovinare il gol scelto dall’autore come emblema della loro carriera ai Mondiali. Gol che hanno procurato qualche dispiacere a varie compagini straniere, permettendo invece ai nostri di qualificarsi, accedere alla finale o addirittura vincere il titolo. Curiosa l’appendice al termine del libro che accenna ai «più grandi campioni mai andati a segno in una Coppa del Mondo». Venti indiscutibili goleador, riconosciuti fuoriclasse, tratteggiati sinteticamente nel loro prestigioso curriculum sportivo a cui è mancato il sigillo di una rete mondiale. Passati alla storia per decine e decine di prodezze. E forse anche per questa non trascurabile pecca.

Perché leggere Atlante sentimentale del goal di Luca Todarello:

per accostare un lavoro documentato e originale; per accendere ricordi e nostalgie sportive; per conoscere dettagli e particolari relativi a calciatori, azioni di gioco, reti decisive diventate storiche.


Titolo: Atlante sentimentale del goal
Autore: Luca Todarello
Editore: Bordeaux
Anno: 2022
Pagine: 141

Lascia un commento





Ti potrebbe interessare anche

Socrates---Marco-Gnaccolini-e-Cosimo-Miorelli

Socrates – Marco Gnaccolini e Cosimo Miorelli

la-grande-storia-neroazzurra

La grande storia nerazzurra – La Gazzetta dello Sport

Abbiamo-toccato-le-stelle-Riccardo-Gazzaniga

Abbiamo toccato le stelle – Riccardo Gazzaniga

kravdona

Kvaradona – Emanuele Giulianelli

Condividi
Acquista ora