Favola Atalanta – Fabio Gennari e Andrea Riscassi

Bergamo alla conquista dell’Europa, tra sogno e realtà

di Andrea Rossetti

Ci sono storie di sport che meritano di essere raccontate. Piccole o grandi epopee che nelle pieghe della realtà nascondono un’anima letteraria senza pari. L’incredibile ascesa dell’Atalanta di Gasperini è sicuramente una di queste. E, a oltre quattro anni dal suo inizio, stupiva che nessuno avesse ancora deciso di regalarle il quadro letterario che meritava. Certo, si tratta di una storia tutta in divenire, ma quel che è successo a Bergamo dall’estate del 2016 a oggi, calcisticamente parlando è qualcosa di speciale, unico. Al di là di quale sarà il finale. Per questo motivo Fabio Gennari e Andrea Riscassi, rispettivamente giornalisti di PrimaBergamo e Tuttosport e della Rai, hanno deciso di fondere insieme la loro esperienza atalantina e dare vita a un libro, Favola Atalanta. Bergamo alla conquista dell’Europa, tra sogno e realtà (2020, pp. 203, Laurana Editore), che ripercorre passo passo proprio il fantastico viaggio nerazzurro ancora in corso.

Un libro che fa il tifo. Nonostante il titolo lasci immaginare una sorta di racconto romanzato del “miracolo Atalanta”, Gennari e Riscassi non svestono i panni dei giornalisti e, seppur con trasporto e qualche libertà letteraria, danno vita a un resoconto meticoloso, preciso e ricco di questi primi quattro anni della Dea del Gasp. Lo fanno, però, da un punto di vista dichiaratamente fazioso: è un libro sull’Atalanta, ma anche per l’Atalanta e dell’Atalanta. Del resto, Gennari oltre che giornalista è anche sfegatato tifoso, mentre Riscassi non nasconde una certa simpatia per i colori nerazzurri, che ormai segue assiduamente da anni. La prefazione a firma di Roby Facchinetti, storica voce dei Pooh e tifosissimo atalantino, rappresenta dunque la giusta anticamera di un libro che può essere visto anche come una sorta di almanacco dell’Atalanta di questi ultimi quattro anni. Le stesse prime righe mostrano, senza troppe ipocrisie, l’anima tifosistica dietro al libro, dato che sono una “tirata d’orecchie” ad Andrea Agnelli, presidente della Juventus, per quella frase (infelice) nella quale diceva che, dal punto di vista economico, l’Atalanta aveva meno diritto di essere in Champions rispetto ad altre realtà calcistiche italiane quali la Roma. Un tema che torna costantemente lungo le duecento e passa pagine del libro.

Stagioni, protagonisti e record. La composizione di Favola Atalanta è molto lineare: dopo un approfondito racconto delle prime quattro stagioni gasperiniane a Bergamo, si passa ai focus su alcuni dei protagonisti di questo viaggio. Il tecnico stesso, ma anche il Papu Gomez, il “professore” Ilicic e la famiglia Percassi. Poi una gustosissima sfilza, con tanto di commenti, di tutti (ma proprio tutti) i calciatori passati sotto le grinfie di Gasperini in quel di Zingonia, centro operativo dell’Atalanta. Infine, un immancabile approfondimento sul legame tra la squadra, la Curva e la città di Bergamo e un semplice ma emblematico elenco di tutti i record che la Dea ha infranto dal 2016 a oggi. Il tutto infarcito di dichiarazioni, aneddoti, excursus. Insomma, se siete degli appassionati Favola Atalanta è ciò che fa per voi.

“Rinascerò, rinascerai”, la canzone di Roby Facchinetti diventata l’inno delle partite casalinghe dell’Atalanta.

Quel che manca. Pur essendo un buon libro, che tocca anche temi delicati come la tragedia del coronavirus che ha colpito la Bergamasca nella primavera 2020 e che ha lasciato cicatrici indelebili sui bergamaschi, e dunque anche sull’Atalanta, se non si è tifosi nerazzurri è come se alla fine mancasse qualcosa. Forse un po’ di quel distacco che avrebbe permesso di andare maggiormente a fondo su alcuni aspetti del “dietro le quinte”, andando a rovistare anche tra i panni sporchi dello spogliatoio (che non mancano mai). Un pizzico di testa in più a scapito del cuore e della pancia. Il periodo in cui Favola Atalanta è nato ed è stato scritto, ovvero nei mesi del lockdown, certo non hanno facilitato lo sviluppo dei contenuti (praticamente fare interviste era impossibile), e di questo va tenuto conto, ma il semplice appassionato potrebbe vedere nell’eccessivo coinvolgimento emotivo degli autori una debolezza; viceversa, il tifoso proprio lì ne troverà invece la sua forza. È il bello della lettura del resto, ed è il bello di Favola Atalanta.

Perché leggere Favola Atalanta: per immergersi in un viaggio sportivo incredibile, fantastico, unico. E che è ancora in corso.

Titolo: Favola Atalanta. Bergamo alla conquista dell’Europa, tra sogno e realtà
Autore: Fabio Gennari e Andrea Riscassi
Editore: Laurana Editore
Anno: 2020
Pagine: 203