Storia vera di un predestinato divenuto Re

Pietre miliari.

Quello di Salvatore Malfitano non è il primo libro su LeBron James e c’è da scommettere che non sarà l’ultimo. Ma come dice il telecronista Flavio Tranquillo nella prefazione, «è il caso di riavvolgere il nastro, per comprendere bene cosa ci sia dietro quella faccia, che nel frattempo è arrivata a rappresentare molto di più di una lega sportiva». Siamo nel 2023: la faccia è quella di LeBron James e la lega sportiva è la NBA, il campionato di basket americano, in cui il campione nato ad Akron (nello stato dell’Ohio) si appresta a disputare la sua ventunesima stagione all’età di 39 anni. Eppure il “Prescelto” sembra ancora affamato di partite, obiettivi e traguardi, incurante della carta d’identità. Il punto è che, pur essendo ancora in attività, LeBron James è già storia e non certo da oggi. Da anni sta lasciando dietro di sé delle pietre miliari, delle impronte che forse non saranno più ricalcate da nessuno. L’ultima, in termini statistici, è datata 7 febbraio 2023, quando è diventato il giocatore con il maggior numero di punti segnati nella NBA, superando il record di un’altra leggenda come Kareem Abdul-Jabbar che resisteva da trentanove anni. Sono invece trascorsi due decenni tondi dal 29 ottobre 2003, giorno della sua prima partita assoluta su un parquet della NBA.

Senza fronzoli.

Ed eccoci dunque pronti a riavvolgere il nastro. Salvatore Malfitano, autore di questo libro, è un giornalista in rampa di lancio: giovane (classe 1994) ma con già diverse collaborazioni importanti all’attivo, con testate calcistiche molto seguite come Rivista Undici e gianlucadimarzio.com. Fronte pallacanestro invece ha diretto il sito tuttobasket.net e scrive per La Gazzetta dello Sport. Questo suo libro su LeBron non può rappresentare una novità: già nel 2021 Davide Chinellato, altro esperto di palla a spicchi, ha pubblicato un’ampia biografia del giocatore. Però il lavoro di Malfitano presenta dei chiari punti di forza. Anzitutto è scritto in maniera diretta: i fatti della vita di James sono presentati in rapida sequenza e senza troppi fronzoli di contorno. Dall’infanzia senza fissa dimora fino alle ultime annate con i Los Angeles Lakers, tutto scorre in maniera molto lineare, compatta, con opportune citazioni d’epoca (dichiarazioni di allenatori, giornalisti o dello stesso LeBron) qua e là.

Fotografie.

La lettura risulta dunque scorrevole e senza particolari picchi di pathos: più che ad un film, questo libro si può paragonare ad una raccolta di fotografie da far scorrere una dopo l’altra. Può anche darsi che nessuna di queste rimanga particolarmente impressa nella mente, una volta finito di leggere, però di sicuro ci sono tutti gli elementi necessari per ricordare, paragonare, riflettere. L’opera è composta da quattro parti, ciascuna suddivisa in paragrafi medio-lunghi. Le prime due sezioni riguardano la gesta del protagonista sul campo, la terza invece inquadra LeBron come personaggio sulla scena pubblica: affari, influenza, prese (o non prese) di posizione… Infine, un po’ come un bel dessert, troviamo alcuni contributi brevi ma intensi: quelli di Danilo Gallinari, Marco Belinelli (giocatori), Gianmarco Pozzecco, Sergio Scariolo, Ettore Messina (allenatori). Testimoni illustri che hanno avuto a che fare, più o meno direttamente, con il “predestinato divenuto Re”. Sul quale, possiamo star certi, ancora molto sarà scritto.

Perché leggere LeBron James di Salvatore Malfitano:

perché è un valido riassunto della carriera di LeBron, da rileggere tutta d’un fiato.


Titolo: LeBron James
Autore: Salvatore Malfitano
Editore: Diarkos
Anno: 2023
Pagine: 211

Lascia un commento





Ti potrebbe interessare anche

Muro dolomitico

Intervista a Maurilio Barozzi

Lo-sport-secondo-papa-francesco

Lo sport secondo Papa Francesco – La Gazzetta dello Sport

tutto-d'un-pezzo--bellugi

Tutto d’un pezzo – Mauro Bellugi

alfabeto-fausto-coppi

Alfabeto Fausto Coppi – Gino Cervi e Giovanni Battistuzzi

Condividi
Acquista ora