Lo scudetto del Napoli vissuto dai tifosi

“Napoletanità” vera.

Non poteva mancare il libro dei Fius Gamer relativo al terzo scudetto del Napoli. Come potevano esimersi Andrea, Antonio, Mirko dal realizzarlo, loro che sono tra i garanti della “napoletanità calcistica” e rappresentano l’anello di giunzione tra la squadra azzurra e i suoi tifosi? Doveroso dunque il loro Il terzo non si scorda mai – Lo scudetto vinto dai tifosi. Come la fede e la passione sportiva che li anima da sempre e che nel 2015 li ha portati a creare il loro progetto e il loro “marchio” nel mondo dei social. Con un successo crescente ed un’evoluzione di mezzi, contenuti e possibilità. I Fius Gamer sono ormai grandi esperti, comunicatori e professionisti del web. Come dimostra anche questa loro fatica letteraria, testimonianza di capacità e di talento. Oltre che di dedizione assoluta alla causa del Napoli, da sempre e per sempre. Anche quando alle speranze seguivano costantemente delusioni, amarezze, tonfi e non certo trionfi. Il libro è onesto e sincero come la loro fedeltà alla maglia azzurra: non si limita a celebrare e non nasconde i periodi di crisi e di frustrazione patiti dalla società e da generazioni di appassionati. Anzi, l’opera parte proprio dagli anni più difficili del dopo Maradona e del dopo Ferlaino, quando assetti societari non all’altezza e formazioni non propriamente motivate hanno provocato clamorose retrocessioni fino, come è noto, a toccare il fondo della Serie C.

Amori e tradimenti.

Un testo intenso che documenta i vari snodi degli ultimi vent’anni, le tante premesse abortite e le tante promesse non concretizzate. Poi i segni e i segnali di ripresa: Mazzarri, Benitez, Sarri, Gattuso, Ancelotti e… finalmente il crescendo rossiniano di Luciano Spalletti. Esplosione, apoteosi, scudetto! A onor del vero, già ai tempi del “sarrismo” (con quel gioco propositivo e spettacolare) lo stadio ribolliva d’amore: l’allenatore oggi alla Lazio era entrato nel cuore di tutti, aveva fatto sognare. Pur non vincente era stimato, amato, osannato. Fino al tradimento consumato gettandosi tra le braccia della Juve, come accaduto all’altro idolo del tifo napoletano ovvero Gonzalo Higuain, che aveva incendiato il gioco in campo e gli animi sugli spalti. E come avverrà anche per Lorenzo Insigne, l’unico napoletano verace dell’intera compagine, che ha preferito emigrare in Canada anziché fermarsi a dare il proprio contributo per la vittoria tricolore. Gli autori rifanno in pratica la storia del Napoli di questi ultimi anni: luci ed ombre, tentativi, progressi, attaccamento ma anche infedeltà, diserzioni, voltafaccia. Il simbolo positivo prescelto è Marek Hamsik; in negativo invece i vari Higuain, Sarri, Insigne, Mertens. Va in ogni caso sottolineato che nei tre youtuber non c’è alcun livore o risentimento. Solo riconoscenza per tutti, anche per chi ha voluto o dovuto andarsene, per l’impegno e le soddisfazioni regalate al Napoli negli anni. La scrittura ha toni rispettosi, misurati, corretti. È vivace, sentita, partecipata.

Scudetto “social”.

E non può essere altrimenti dato il coinvolgimento diretto richiesto addirittura dal presidente De Laurentiis, che nel luglio del 2021 ha invitato i Fius Gamer a Castel di Sangro, sede del ritiro, nella veste di tifosi-cronisti per le amichevoli precampionato, commentando le azioni in diretta e intervistando i giocatori a fine partita. Un’esperienza che ha spalancato la squadra alla gente e reso ancor più trasparente l’ambiente. L’esperimento è stato documentato e postato sui social, così come le successive partite ufficiali, le atmosfere degli stadi, i commenti dei protagonisti e le reazioni delle persone comuni. Nella stagione dello scudetto, la fuga in classifica del Napoli è coincisa con l’affermazione del canale YouTube, grazie alla spontaneità e all’immediatezza delle dirette. Il libro rende onore a tutti e a ciascuno, passa in rassegna ogni calciatore precisandone il contributo offerto: da “Kvaradona” e Osimhen (“l’uomo mascherato”) a quelli che hanno giocato meno e dato comunque il loro apporto. L’opera si chiude con la festa. Una festa a sorpresa a cui siamo tutti invitati: basta avere a portata di mano un QR code e si è risucchiati in un meraviglioso clima di magia e di incanto che al termine del campionato ha contagiato tutti i napoletani, per un appagamento da gustare lentamente. Un sogno da cui chi festeggia non vorrebbe svegliarsi mai.

Il terzo scudetto del Napoli raccontato dai Fius Gamer.

Perché leggere Il terzo non si scorda mai dei Fius Gamer:

perché è un libro vivace ed emotivo nel racconto ma anche completo nelle analisi.


Titolo: Il terzo non si scorda mai
Autore: Fius Gamer
Editore: Sperling & Kupfer
Anno: 2023
Pagine: 239

Lascia un commento





Ti potrebbe interessare anche

Ronaldo contro papà

Ronaldo contro papà – Edoardo Maturo

Fino al palazzo

Fino al palazzo – Fabio Piscopo e Gianmarco Volpe

La coppa degli immortali

La coppa degli immortali – Arrigo Sacchi

roger-feder

Roger Federer, il tennista dei record – Igor De Amicis

Condividi
Acquista ora