Classifica – Le 10 migliori autobiografie di calciatori

I 10 libri più belli dove ex calciatori raccontano la propria vita 

di Redazione

1. Roberto Baggio, Una porta nel cielo, Limina 2005.

Colui che tutti provano a raccontare da decenni si è raccontato a modo suo. L’autobiografia ormai introvabile del Divin Codino.

 

2. Johan Cruyff, La mia rivoluzione, Bompiani 2016.

L’uomo che ha cambiato il calcio racconta la rivoluzione che ha trasformato per sempre il pallone.

 

3. Zlatan Ibrahimovic, Io, Ibra, Rizzoli 2013.

Dall’infanzia nel ghetto di Malmoe al successo nel calcio internazionale: come Zlatan è diventato Zlatan.

 

4. Francesco Totti, Un capitano, Rizzoli 2018.

L’opera che non può mancare nella libreria di chi ha amato il fuoriclasse romano che ha segnato un’epoca del calcio italiano.

 

5. George Best, The Best, Baldini+Castoldi 2017.

Dal calcio alle dipendenze, la vita del quinto Beatle raccontata con sincerità

 

6. Carlo Petrini, Nel fango del dio pallone, Kaos Edizioni 2010.

Le verità-shock di un protagonista del pallone anni Settanta.

 

7. Roy Keane, Il secondo tempo, Tea 2017.

Talento e sregolatezza del leggendario irlandese narrate con brillante ironia.

 

8. Marco Van Basten, Fragile, Mondadori 2019.

Sogni e incubi del Cigno di Utrecht tre volte pallone d’oro.

 

9. Stefano Borgonovo, Attaccante nato, BUR 2015.

Una commovente vita sempre all’attacco, contro le difese avversarie e contro la SLA.

 

10. Christian Vieri, Chiamatemi bomber, Rizzoli 2015.

Una scorpacciata di gustosissimi aneddoti raccontati alla maniera di Bobone.

 

Nota Bene: per i libri che hanno avuto diverse riedizioni nel corso degli anni, è indicata la più recente.